Virgilio


Home 1° Circolo di Potenza Dante Alighieri La Divina Commedia La vita e la morte Origins of English Tutti in scena! Autori

 

 

 

Publio Virgilio Marone era di carattere mite, un pò triste, ed era nato ad Andes (oggi Pietole), un villaggio presso Mantova, il 15 ottobre del 70 a.C.

A quel tempo l'Italia era tutta unita sotto il dominio romano.

I genitori di Virgilio erano agricoltori abbastanza agiati e possedevano poderi.

Il loro ragazzo, piuttosto gracile, serio e un pò sbadato, sempre perso dietro i libri, non appariva adatto alla vita dei campi. Lo mandarono a studiare a Cremona, a Milano, poi a Roma e a Napoli.

A Napoli il giovane si entusiasmò della filosofia, grazie anche alle lezioni del maestro greco Sirone.

In quei tempi la situazione storica era piuttosto difficile. Roma era cresciuta, si era impadronita del mondo dalla repubblica all'impero. Ciò produsse contrasti e lotte interne finchè non emerse Ottaviano, il quale riuscì ad avviare la nuova organizzazione politica.

Virgilio divenne amico e fedele seguace di Ottaviano: entrò nel Circolo di intellettuali che collaboravano con il nuovo padrone di Roma e divenne il poeta più famoso del tempo.

Virgilio lavorò moltissimo: morì il 21 settembre del 19 a.C., a Brindisi, durante un viaggio. Fu sepolto a Napoli.

Dante, il quale ammirò moltissimo Virgilio, da lui considerato il maggior poeta del mondo romano, addirittura lo ha introdotto nella sua "Commedia" come personaggio.

Nel poema di Dante, infatti, Virgilio è colui che accompagna il poeta nel suo viaggio nell'Oltretomba; inoltre dante simboleggia in Virgilio la ragione dell'uomo, quello che lo deve accompagnare sempre se egli vuole maturare e comprendere se stesso e il mondo.

 

 

Home        1° Circolo di Potenza         Dante Alighieri        La Divina Commedia        La vita e la morte        Origins of English          Autori