La famiglia Donati


Home 1° Circolo di Potenza Dante Alighieri La Divina Commedia La vita e la morte Origins of English Tutti in scena! Autori

 

 

Luci ed ombre nella famiglia Donati

 

Sorry, your browser doesn't support Java(tm).

 

I Donati: ecco un nome che ricorre frequentemente sia nella storia fiorentina del '300, sia nella Divina Commedia.

Dante era legato a questa famiglia da rapporti di parentela.

Egli colloca Donati in Inferno, Donati in Purgatorio e Donati in Paradiso.

Il capo della casata è Corso: violento, ambizioso, feroce rivale dei Cerchi. E' decisamente odiato da Dante come il primo responsabile del divampare delle discordie civili in Firenze. Corso muore trafitto da due colpi di lancia, mentre a cavallo tentava di fuggire dalla città.

Il fratello Forese è invece bonaccione, gaudente, un pò volgare e nel Purgatorio soffre le pene dei golosi.

Piccarda è, invece, una fanciulla molto religiosa che, profondamente turbata dagli atteggiamenti violenti dei suoi fratelli, aveva fuggito il mondo, ritirandosi nel monastero di Santa Chiara.

Ma quando Corso, per un suo scopo politico, ebbe bisogno di celebrare un certo matrimonio, non esitò a trarre a forza Piccarda dal chiostro per farle sposare un tale Rossellino della Tosa.

La giovane non aveva avuto scampo, la volontà del fratello era legge e il sacrificio imposto a Piccarda era stato dei più gravosi.

Si ammalò di lebbra curando volontariamente i lebbrosi di Firenze.

 

Oltre a Piccarda, in casa Donati è presente un'altra donna gentile: Nella.

Dante non parla, però, di Gemma, sua moglie. Non dice nulla, eppure questa donna condivise il suo destino e dovette sopportare rinunce e privazioni, perchè Dante non era ricco e la poesia non rendeva; gli allevò quattro figli da sola, in una città ostile, mentre lui era in esilio.

 

 

Home        1° Circolo di Potenza         Dante Alighieri        La Divina Commedia        La vita e la morte        Origins of English          Autori