L'uomo us˛ mascherarsi sin dalla preistoria per propiziarsi la caccia.
Se ne servý poi in riti religiosi, i quali costituirono le prime rappresentazioni teatrali in cui le maschere caratterizzavano un determinato personaggio.
In Italia, dalla Magna Grecia, e precisamente dalla cittÓ campana di ATELLA giunse l' uso delle maschere.
Gli atelliani erano attori ambulanti che resero famosi alcuni peronaggi delle commedie latine: il Miles gloriosus ( il soldato spaccone ), Pappo, Bucco etc.
Gli antichi romani festeggiavano dal 16 al 18, i Saturnali, feste pagane in onore del dio Saturno.
Il primo giorno era dedicato a cerimonie, nei giorni seguenti tutto si trasformava in una baldoria popolare sfrenata e orgiastica, con scambio di doni e abolizioni delle distinzioni sociali.
In seguito, con il passaggio dal paganesimo al cristianesimo, i Saturnali, tramandati di generazione in generazione, assunsero il valore festeggiamenti e e riti di purificazione precedenti la Quaresima.
Di qui il nome che ci Ŕ stato trasmesso di CARNEVALE: dal latino "carne levare " alla lettera "togliere la carne".

Oggi il carnevale viene festeggiato ovunque con manifestazioni, sfilate in maschera, carri allegorici.

 

Vi presentiamo in  queste pagine le pi¨ famose maschere italiane.