Coviello



 

 

Coviello, maschera calabrese, riveste diversi ruoli:
il servo astuto, il capitano, il ruffiano, il suonatore di mandola; è sempre pronto ad allietare la compagnia e a cantare dolci serenate sotto le finestre di belle fanciulle innamorate.
Il personaggio di Coviello lo ritroviamo anche in una famosa commedia di Molière, il Borghese Gentiluomo, dove ricopre il ruolo del servo astuto.
 

 

CARNEVALE

Senti un po', cara mammina,
Siamo giunti al carnevale
E goder qualcosettina, non c'è pur nulla di male!
Io ballar, non so ballare.
Lascio il ballo, il suono, il canto
Ai garzoni e alle donzelle e
Desidero soltanto,
Un piattino di frittelle.